Golden Globe alla carriera per Tom Hanks, di Mario Costantino

.

.

Introduzione

Solo da qualche giorno vi è stata la premiazione dei Golden Globe 2020. In questa circostanza Tom Hanks ha ricevuto il premio Cecil B. DeMille Award, il Golden Globe alla carriera. Mentre, il premio Carol Burnett per eccezionali contributi alla televisione, il secondo mai assegnato, è andato a Ellen DeGeneres. Attore molto amato protagonista di innumerevoli pellicole di grande successo, Tom Hanks, oltre a numerose candidature ai Golden Globe e agli Oscar, ha vinto l’Oscar quale miglior attore protagonista nelle edizioni del 1994 e del 1995.

.

Cosa vedremo

Cogliendo a pretesto questo ulteriore momento di grande notorietà e successo, che corona uno straordinario percorso professionale, in questa esposizione ci soffermeremo sui grafici di Tom Hanksil Tema di nascita, la Sizigia e le figure di direzione [1], le perfezioni e le rivoluzioni solari di questi momenti significativi della sua carriera.

.

Cenni biografici 

Thomas Jeffrey Hanks (Concord, 9 luglio 1956) è un attore, regista, sceneggiatore, doppiatore, produttore cinematografico e televisivo statunitense. La sua carriera ha avuto inizio negli anni ottanta quando, interpretando la serie Henry e Kip (Bosom Buddies), cominciò a esser conosciuto; da allora ha recitato in numerosi film ottenendo un grande successo di critica e di pubblico. Nel corso della sua carriera ha ricevuto cinque candidature agli Oscar, ed è tra i pochi attori nella storia ad aver vinto due Oscar al miglior attore consecutivamente: nel 1994 per Philadelphia e nel 1995 per Forrest Gump. Ha inoltre vinto quattro Golden Globe, due Screen Actors Guild Award, cinque Emmy e un Orso d’argento al Festival di Berlino. Tra gli incarichi svolti c’è stato, a partire dal 2005, quello di vicepresidente dell’Academy, la società che ogni anno assegna i premi Oscar. Hanks, inoltre, anche se non è più vicepresidente, è tuttora membro del Consiglio di Amministrazione dell’Academy.

Tom Hanks nasce a Concord (California) da padre statunitense, Amos Mefford Hanks (un lontano discendente del 16º Presidente degli Stati Uniti Abraham Lincoln) e da madre statunitense di origini portoghesi, Janet Marylyn Frager, di professione infermiera. I suoi genitori hanno divorziato quando lui aveva 4 anni. Hanks ha studiato recitazione teatrale alla California State University di Sacramento.

Carriera

Gli anni ottanta

Tom Hanks esordisce nel mondo dello spettacolo con la serie televisiva Henry e Kip e poi successivamente recita nell’episodio Vendetta tremenda vendetta della serie Happy Days, nella parte di un ragazzo che decide di vendicarsi di Fonzie, che lo aveva buttato dall’altalena quando erano all’asilo. Il vero e proprio esordio cinematografico avviene nel 1984, con il film Splash – Una sirena a Manhattan di Ron Howard; il film ottiene un successo sia di critica sia di pubblico, lanciando Hanks nel mondo di Hollywood. Nel corso degli anni ottanta, recita in diverse commedie tra cui Casa, dolce casa?, Dirsi addio, La retataBig (con il quale ottiene la prima candidatura all’Oscar), L’erba del vicino, Turner e il casinaro, che diventeranno il trampolino di lancio per i successivi film.

Le impronte Hanks sul cemento di fronte al Grauman’s Chinese Theatre di Hollywood 

Gli anni novanta e i due premi Oscar

Nel 1990 è protagonista del film Il falò delle vanità, di Brian De Palma, che vede come protagonisti anche Bruce Willis, Melanie Griffith e Morgan Freeman. Il film è stato un flop sia a livello commerciale, sia di critica. Costato circa 47 milioni di dollari, ne ha guadagnati alla sua uscita appena 15 negli Stati Uniti. Molti critici non hanno apprezzato la scelta del cast, soprattutto la scelta di Tom Hanks nel ruolo di Sherman McCoy e Bruce Willis in quello di Peter Fallow.

Nel 1993 interpreta insieme con Meg Ryan Insonnia d’amore, dove interpreta Sam, uomo rimasto vedovo e con un figlio sulle spalle, che decide di cambiare città, dove poi incontra la sua nuova donna della vita, Annie. Il film, costato 21 milioni di dollari ne ha incassati 227.799.884, restando in testa alle classifiche del box office di tutto il mondo per le prime due settimane. Con Meg Ryan aveva già lavorato tre anni prima in Joe contro il vulcano (1990), in cui lei interpreta i ruoli di tre sorelle e reciterà successivamente anche nella commedia romantica C’è posta per te (1998) e in Ithaca (2015).

Nello stesso anno viene scelto dal regista premio Oscar Jonathan Demme e recita in Philadelphia nel ruolo di Andrew Beckett giovane avvocato gay, malato di AIDS, che, dopo essere stato licenziato dallo studio legale in cui lavorava, porta in causa i suoi ex datori di lavoro grazie anche alla collaborazione dell’avvocato di colore Joe Miller (interpretato da Denzel Washington). Per interpretare il ruolo di Andy Beckett, Tom Hanks ha dovuto perdere dodici chili e ha anche battuto la concorrenza di Andy García, Michael Keaton e Daniel Day-Lewis. Philadelphia è stato un successo sia in America sia nel resto del mondo, tanto da far vincere a Tom Hanks il Golden Globe, l’Orso d’Argento a Berlino e il suo primo Premio Oscar come miglior attore e a Bruce Springsteen l’Oscar alla miglior canzone.

Tom Hanks sul set del film Forrest Gump (1994)

L’anno seguente torna a vincere l’Oscar, eguagliando così il record di due premi consecutivi di Spencer Tracy, per l’interpretazione del giovane con ritardo mentale Forrest Gump nell’omonimo film di Robert Zemeckis. Tom Hanks aveva rispettivamente 38 e 39 anni quando vinse i due Oscar al miglior attore nel 1994 e 1995, esattamente come Spencer Tracy quando li vinse nel 1938 e nel 1939. Inoltre Forrest Gump ha ricevuto tredici candidature al Premio Oscar, vincendone 6 tra cui miglior film, regia, attore, sceneggiatura non originale, montaggio ed effetti speciali. Con un budget di 55 milioni (8 vennero dati come compenso a Tom Hanks che era da poco reduce delle riprese di Philadelphia) Forrest Gump ha incassato quasi 680 milioni di dollari in tutto il mondo. Nel 1995 torna a lavorare con il regista Ron Howard per il quale interpreta l’astronauta Jim Lovell in Apollo 13, film ispirato all’omonima vicenda accaduta agli astronauti della missione Apollo 13, nel 1970. Il film è stato candidato a 9 premi Oscar (tra cui miglior film e miglior regia) ed è stato inserito dal New York Times nella lista dei 1000 migliori film di sempre.

Nel 1996 fa il suo esordio alla regia con la commedia musicale Music Graffiti, ambientata negli anni sessanta. Dopo un breve periodo di pausa, nel 1998 lavora con Steven Spielberg nel film Salvate il soldato Ryan. La pellicola, incentrata sullo sbarco in Normandia nel 6 giugno 1944, ottiene buoni consensi di critica e ottimi incassi. Costato 120 milioni di dollari e presentato fuori concorso al Festival di Venezia, il film riceve undici candidature all’Oscar e ne vince cinque: miglior regia, fotografia, montaggio, sonoro ed effetti sonori. Anche Hanks ha ricevuto una candidatura come miglior attore, ma viene battuto da Roberto Benigni per La vita è bella. L’anno seguente interpreta la guardia carceraria Paul Edgcombe ne Il miglio verde, tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King.

Gli anni duemila

Nel 2000 è il protagonista della pellicola Cast Away, diretta da Robert Zemeckis dove interpreta Chuck Noland, agente del servizio espresso Fed Ex che naufraga su un’isola deserta. Il film venne girato in due periodi di tempo separati in mesi diversi. Il motivo della pausa fu la necessità per Tom Hanks di avere a disposizione tempo per perdere venti chili di peso per interpretare la parte del sopravvissuto. Questa sua interpretazione vale all’attore un Golden Globe come miglior attore in un film drammatico e la sua quinta candidatura all’Oscar. Successivamente insieme con Steven Spielberg, e con la collaborazione della HBO, produce la serie televisiva Band of Brothers – Fratelli al fronte(2001).

Nel 2002 interpreta, insieme con Leonardo DiCaprio, Prova a prendermi di Steven Spielberg, basato sulla storia vera di Frank Abagnale Jr., truffatore che, negli anni sessanta, si è spacciato per pilota d’aereo, medico e avvocato. Il film ha incassato circa 164 milioni di dollari e l’attore Christopher Walken ha ricevuto la candidatura come miglior attore non protagonista.

Successivamente ha interpretato la commedia nera de i fratelli Coen Lady killers, e sempre nello stesso anno, il 2004, torna a lavorare con Spielberg nella commedia The Terminal. Il film è ispirato alla storia vera del rifugiato iraniano Mehran Karimi Nasseri, che nel 1988 visse bloccato nel terminal 1 dell’aeroporto di Parigi Charles de Gaulle.

Nel 2006, nel 2009 e nel 2016 interpreta il professore Robert Langdon, protagonista de Il codice da Vinci, Angeli e demoni e Inferno (tutti diretti da Ron Howard). I tre film sono basati sui romanzi dello scrittore statunitense Dan Brown e, sia i romanzi sia i film, hanno ottenuto un ottimo successo sia di critica sia di pubblico. Nel 2011 torna dietro e davanti la macchina da presa, insieme con Julia Roberts, nella commedia L’amore all’improvviso – Larry Crowne e sempre nello stesso anno è il protagonista, insieme con Sandra Bullock, di Molto forte, incredibilmente vicino tratto dall’omonimo romanzo di Jonathan Safran Foer.

Tom Hanks insieme con la moglie Rita Wilson ai Premi Oscar 1989

Nel 2015 è protagonista del film Il ponte delle spie, la pellicola ambientata nel 1960, in piena Guerra Fredda tra USA e URSS, e diretta da Steven Spielberg. L’anno successivo è protagonista del film Sully, diretto da Clint Eastwood. La pellicola narra la storia del Capitano Chesley “Sully” Sullenberger che il 15 gennaio 2009 fu costretto a effettuare un eroico ammaraggio sul fiume Hudson, a causa di uno scontro con uno stormo di uccelli che causò la rottura di due motori, con il quale salvò la vita a 150 passeggeri e 5 membri dell’equipaggio. Nella primavera del 2017 è protagonista, accanto ad Emma Watson, del thriller fantascientifico The Circle, tratto dal romanzo Il cerchio di Dave Eggers e diretto da James Ponsoldt. Le riprese della pellicola sono iniziate nel settembre 2015 in California. Nell’autunno del 2017 ha esordito come scrittore con la raccolta di racconti Tipi non comuni.

Vita privata

È stato sposato dal 1978 al 1987 con l’attrice Samantha Lewes da cui ha avuto due figli: Colin (1977) ed Elizabeth (1982). Samantha Lewes morì di cancro ad appena 49 anni nel 2002, 14 anni dopo aver divorziato da Hanks. Dal 1988 è sposato con l’attrice Rita Wilson, che ha conosciuto durante la lavorazione del film Un ponte di guai e dalla quale ha avuto altri due figli: Chester (1990) e Truman Theodore (1995). Il più grande, Chester Marlon “Chet” Hanks, ha avuto il piccolo ruolo di uno studente nel film Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo e pubblicò un singolo rap nel 2011. Da Colin ha avuto due nipoti, Olivia Jane (la più grande, nata nel 2011) e Charlotte. Hanks è di fede ortodossa, religione a cui si è convertito per sposare Rita Wilson.

Hanks viene ritenuto un uomo mite, amabile e di indole buona. È particolarmente cordiale e amichevole con i suoi fan: nel 2013, mentre interpretava il protagonista nello spettacolo Lucky Guy di Nora Ephron a Broadway, aveva una folla di 300 ammiratori in attesa di un suo sguardo dopo ogni performance; questo è il maggior numero di fan in attesa della loro star preferita dopo lo show per ogni spettacolo di Broadway.Il 7 ottobre 2013, durante una puntata del Late Show, condotta da David Letterman, ha rivelato di essere affetto da diabete mellito di tipo 2.È anche un appassionato collezionista di macchine per scrivere e le utilizza pressoché quotidianamente. Nell’agosto 2014 ha sviluppato, insieme alla software house Hitcents, un’app per piattaforma iOS che rivisita l’esperienza di scrittura con l’iPad, trasformandolo in una macchina da scrivere, dal nome “Hanx Writer”. Nel novembre 2014 Hanks affermò che avrebbe pubblicato una raccolta di racconti brevi ispirati alla sua collezione. È fratello maggiore dell’attore Jim Hanks. Fin dalla giovinezza è amico di Bruce Springsteen. È alto 183 cm. Gli è stato intitolato l’asteroide 12818 Tomhanks.

Hanks è la star i cui film hanno registrato il terzo più alto incasso complessivo al botteghino di tutti i tempi in Nord America, con un totale che ammonta a oltre $4,5 miliardi al solo box office nordamericano (USA e Canada) e una media di $100,8 milioni per film. In tutto il mondo, i suoi film hanno incassato più di $9,0 miliardi.Il suo patrimonio netto era di 390 milioni di dollari nel maggio 2014.

Nel dicembre 2019 a Tom Hanks è stata conferita la cittadinanza onoraria greca. A concederla è stato il presidente Prokopis Pavlopoulos. L’attore hollywoodiano frequenta ogni anno il Paese ellenico, dove è solito trascorrere le vacanze nella sua abitazione sull’isola di Antiparos. La moglie della star americana, Rita Wilson, è greca per parte di madre ed è stata anche la produttrice del noto film Il mio grosso grasso matrimonio greco.

.

La nascita 

Tom Hanks nasce a Concord, una cittadina californiana, il 9 luglio del 1956. Rispetto al meridiano di Greenwich vi sono 8 ore di differenza (Timezone PST). Il dato di nascita, proveniente dalla raccolta Rodden (Rodden rating: AA), indica la nascita per le ore 11:21 di o. e. (Timezone PDT, ora legale del Pacifico USA), ore 18:21 di T.U. Poiché Marte e Saturno testimoniano chiaramente (trigono zodiacale – Marte – e nel mondo – Saturno -) il grado del Novilunio precedente (15°59’ Cancro) e che Saturno domina l’Ascendente di Sizigia [2] e culmina, non si è proceduto ad effettuare rettifiche in quanto, alle ore 11:21 di o. e. (ore 18:21 di T.U.), sia Saturno che Marte realizzano una isaritmia [3] rispetto all’Ascendente.

.

 

 latitudinideclinazioniDH [4]visibilità [5]
     
Sole+22.301.55
Luna-4.58+13.362.99-5.12 (n.v.)
Saturno+2.11-17.331.51
Giove+0.98+12.264.33
Marte-4.43-09.085.51
Venere-4.98+18.280.09-14.64 (v.)
Mercurio+0.21+23.520.84-9.76 (t.e.)
Tyche4.56
Daimon4.56

.

Le stelle

Per quanto concerne le stelle, culminano le stelle Bellatrix (natura Marte) e Mintaka (natura Giove/Saturno); Mintaka è con Venere; Sirius (natura Marte/Giove) è con il Sole; l’Asino australe (natura Sole/Marte) e l’ammasso della Greppia, Praesepe (M44) (natura Luna/Marte), sono con la LunaTejat Posterior (natura Mercurio/Venere) è con Mercurio; la stella Regulus (natura Giove/Marte), è con Giove; le stelle ψ1, 2, 3 Aqr (natura Saturno/Giove) sono con Marte; le Pleiadi (natura Luna/Marte) sono con la Sorte delle Attività.

.

Il tema di nascita

Si tratta di nascita novilunica in cui la Luna, che è con la Greppia (Praesepe) [6]è in mutua ricezione con il Sole e il giorno dopo esce dai raggi e diventa visibile (prima falce), è unita alla Sorte di Nemesi [7] e alla Sorte di Base [8], è in esagono a Tyche, si separa dai nodi lunari e si applica all’esagono di Venere, alla declinazione di Giove e di Marte e al quadrato di Saturno. Tyche è in prima Casa, è nei domini di Venere Venere culmina al Mediocielo; il Sole e Mercurio sono in decima Casa e Saturno è equidistante e Marte è in trigono al Sole.

Sorge la Vergine e Mercurio e Venere culminano. Mercurio è mattutino, è al tramonto eliaco mattutino (a.v. -9.76) [9], è vicino al nodo (lat. +0.21) [10]è unito per declinazione al Sole, è in esagono a Giove e a Daimon ed è in quadrato a Tyche [11]. Venere è visibile, è mattutina [12] e retrograda, è al suo ventre (lat. -4.98) [13], è con Mintaka, è vicina alla declinazione del Sole, è in esagono a Giove (e a Daimon) ed è in quadrato a Marte. Venere può essere considerata, con Mercurio, lalmuten [14] di questa genitura.

Qui, il Sole è in decima Casa con la stella Sirius, è equidistante a Saturno ed è in trigono a Marte; la Luna è unita a Praesepe e in ricezione [15] con il Sole e si applica a Giove e ad entrambi i malefici; Tyche è in prima casa e Venere culmina; sorge la Vergine e Mercurio è in fase al Sole (tramonto eliaco), è in ricezione con Venere ed è prossimo al culmine: sono gli elementi che prefigurano molte iniziative e un’attività professionale importante e di successo.

.

Dell’agire e delle attività

Il Sole è in decima Casa e i dominatori del Mediocielo sono Mercurio, la Luna e Giove. Mercurio è in decima Casa e domina anche sull’Ascendente, è al tramonto eliaco mattutino, è in ricezione con Venere ed è configurato e in ricezione con Giove. Venere culmina, è visibile ma retrograda, è unita per declinazione a Saturno, è in esagono (nel mondo) con Giove ed è in quadrato a Marte. Marte domina il Confine del Mediocielo e della Luna, è in trigono al Sole e a Mercurio e si configura al Mediocielo e a Venere. La Luna, nel suo movimento, si separa dai nodi lunari e si applica a Venere, a Marte e a Saturno. Tyche è in prima Casa ed è configurata al Sole e a Mercurio; la Sorte della Vittoria [16] è appena sorta e si configura a Venere.

I pianeti significativi per la professione sono Mercurio, Venere e la Luna. Quali testimonianze rilevanti, vi sono il Sole, GioveMarte, Saturno Tyche. Questa dominante predispone alla recitazione, in ruoli diversi, e dà una propensione ai cambiamenti e al movimento; inoltre, denota creatività, intelligenza, rapidità di comprensione delle cose, oltre a conferire una sensibilità musicale e delle indubbie capacità nello scrivere e nella regia. Tyche in prima Casa; il Sole è angolare; Mercurio è angolare e in levata eliaca [17], è nella propria hairesis [18]è in ricezione con il pianeta posto al Mediocielo ed è testimoniato da Giove: caratterizza una persona operosa che ha la possibilità di acquisire ricchezze rilevanti e conseguire il successo nelle proprie iniziative. Il concorso di stelle importanti con il Sole (Sirius [19]), con la Luna (Praesepe) e con Giove (Regulus), il grande benefico e signore dei luminari di questa genitura, dice di un destino e di una personalità non comuni e di traguardi professionali importanti.

. 

Le acquisizioni

Tyche, la Sorte di Fortuna, è in prima Casa ed il suo signore, Venere, culmina ed è in ricezione con Mercurio. Mercurio ed il Sole sono angolari e Mercurio è in fase al Sole. Mercurio e Venere, testimoniati da Giove, dominano le attività e precisano la grande capacità di acquisire ricchezze e un benessere materiale quale frutto delle proprie iniziative e del proprio lavoro. 

.

La Sizigia novilunica 

Precede la nascita di Tom Hanks il Novilunio che si realizza l’otto luglio alle ore 11:38 di o. e. (ore 4:38 di T.U.) a gradi 15°59’ Cancro. In Sizigia sorgono 5°45’ Acquario e culminano gradi 25°54’ Scorpione. Saturno, la stella Alphecca e le Pleiadi [20] sono al meridiano.

.

 latitudinideclinazioniDHvisibilità
     
Sole+22.494.53
Luna-3.22+19.294.32-3.11 (n.v.)
Saturno+2.12-17.340.10
Giove+0.98+12.364.87
Marte-4.35-09.233.95
Venere-4.84+18.442.34-13.91 (v.)
Mercurio-0.09+23.323.36-10.30 (t.e.)
Tyche5.78
Daimon5.78

.

In primo luogo, vediamo che, per il suo stato e per gli aspetti, il signore della Sizigia è Saturno. Per quanto poi diremo del temperamento e della salute di Tom Hanks, osserviamo che i luminari sono nella sesta Casa e che sono principalmente osservati dai malefici: i malefici sono in trigono e in ricezione tra di loro (figura nel mondo); Marte è con stelle azemena ed è in trigono (zodiacale) ai luminari; Saturno culmina ed è in trigono (nel mondo) ai luminari. Inoltre, vediamo che sorge l’Acquario e Saturno è in Scorpione (Segno di Marte), culmina ed è in quadrato alle sorti dei luminari (Tyche e Daimon). Per le nascite dei giorni seguenti in cui vi siano conferme di problemi di salute, come nel caso in cui troviamo i malefici o i luminari in sesta Casa, è l’indicazione di malattie che si presentano ad un certo punto della vita.

.

Il temperamento e la salute fisica

Sul grado dell’Ascendente in Vergine dominano Mercurio (Domicilio [21]), Venere (Triplicità [22]) e Marte (Confine). Tyche è in prima Casa, è in Bilancia, è in trigono a Venere ed è in quadrato al Sole e a Mercurio. Marte si presenta in sesta Casa, è visibile, è orientale [23] e diretto, è Peregrino, è in ricezione con Saturno e si configura a Venere (per quadrato sovreminente), al Sole (per trigono) e a Mercurio (che è in fase al Sole ed è commisto a Venere – ricezione -). La Sorte di Malattia [24] (DH 1.02) è in Capricorno (Domicilio di Saturno ed Esaltazione di Marte), è angolare (quarto luogo), ha la declinazione di Saturno, è unita al grado del Plenilunio precedente (1°44’ Capricorno) e si oppone a Mercurio (DH 0.84). Inoltre, Saturno è equidistante al Sole, si oppone per declinazione a Venere ed è in ricezione (e in trigono per Segno) con Marte. Poi, la Luna è con Praesepe – la Greppia – e Marte è con le stelle della Cascata d’acqua, ψ1, 2, 3 Aqr: sono stelle azemena indicative di patologie croniche o inseparabili.

Il complesso di queste figure prefigura il presentarsi, nel corso della vita, di malattie che non sono gravi (per una conoscenza che vi è tra Marte e Saturno, sia alla nascita che in Sizigia, e per una buona disposizione della Luna e di Mercurio), che possono riferirsi a fattori di ereditarietà e manifestarsi a seguito di una qualche infezione. In generale, il pericolo di infezioni e di patologie che possono riguardare le funzioni del sistema ormonale e immunitario è indicato dalle figure nocive tra Marte e Venere: il quadrato sovreminente di Marte a Venere dove Marte è al suo ventre (lat. -4.43) e predispone ad alterazioni. Poi, tradizionalmente, Venere è anche associata agli zuccheri. Tra gli zuccheri, il glucosio è lo zucchero che viene trasportato nel flusso sanguigno e assorbito dalle cellule. Astrologicamente, il fegato e il pancreas sono organi che possono essere riferiti a Giove (che riscalda e trasforma alcuni componenti nel sangue) e a Venere (l’organo in sé, di natura fredda e umida). Da un punto di vista medico, sappiamo che il pancreas rilascia l’ormone dell’insulina e favorisce il passaggio del glucosio alle cellule. Un deficit nella produzione dell’insulina [25] è all’origine del diabete [26] di cui Tom Hanks ha dichiarato pubblicamente di soffrire.

 .

Gli affetti e i figli

Il giorno dopo la nascita, la Luna giunge al picco del suo ventre (lat. -5.04), emerge dai raggi e si applica a più pianeti: a Venere, a Marte (declinazione) e a Saturno. Venere culmina, è in ricezione con Mercurio, è in esagono (nel mondo) con Giove, è retrograda, è unita per declinazione a Saturno e subisce il quadrato sovreminente [27] di Marte. Il Sole è equidistante a Saturno e si applica al trigono di Saturno, inoltre, è in preciso trigono a Marte. La Sorte delle Nozze [28] è in Ariete, è unita alla Sorte dell’Audacia e si oppone a Tyche, tra Case angolari, settima (il coniuge, i soci e i collaboratori) e prima; inoltre, il signore della Sorte delle Nozze è Marte ed è in quadrato sovreminente a Venere. Venere è mattutina e visibile e, insieme alla Luna, rappresenta il coniuge. Per le figure dei malefici a Venere, alla Luna ed al Sole, si possono temere dispiaceri concernenti i legami e una perdita, dovuta a circostanze avverse (per Venere che culmina testimoniata dai malefici), che riguardano il coniuge.

Per la presenza o meno di figli [29], vediamo che Venere culmina e Mercurio è in decima Casa; inoltre, la Sorte dei Figli [30]  è angolare e si oppone a Venere e al Mediocielo; il suo signore, Giove, è in trigono alla Sorte dei Figli e si configura al Mediocielo, a Venere e a Mercurio: vi sono più figli, maschi e femmine.

.

Dei tempi futuri

Nei momenti in cui si esprimono affermazioni e riconoscimenti nel campo professionale, nel moto delle direzioni primarie [31] si devono formare aspetti significativi di Mercurio (il pianeta in fase al Sole), di Venere, (che culmina), del Sole (che è in decima Casa), della Luna, di Tyche, di Giove e di Marte (che si configura a Venere, a Mercurio, al Sole e al Mediocielo).

Tom Hanks ha vinto l’Oscar quale miglior attore protagonista per due anni consecutivi, il 1994 (per il film Philadelfia) e il 1995 (per il film Forrest Gump). Inoltre, ha ottenuto numerose candidature ai Golden Globe e agli Oscar e, il 5 gennaio del 2020, ha ricevuto il Golden Globe alla carriera – il premio Cecil B. DeMille -.

.

LOscar di migliore attore protagonista del 1994

Per il movimento di direzione primaria (con figura redatta per la data della premiazione, il 21/3/1994- arco di direzione 36.92 -), si precisano aspetti di Mercurio, della Luna, di Venere, del Sole, di Giove, di Marte, di Saturno e di Tyche. Ora, la stella Spica sorge; Pollux culmina; Algenubi é giunta al Sole; Zosma è giunta alla Luna; la Laguna, M8, è giunta a Saturno; la stella del filo meridionale dei pesci è giunta a Marte; Altair è giunta al Fondocielo e Alpheratz è giunta al Discendente.

Nel cerchio interno indichiamo le direzioni nel moto diurno, nel cerchio esterno le direzioni nel moto zodiacale, da osservare entrambe [32]. Inoltre, la legenda in figura indica i confin[33] a cui sono giunti gli astri.

.

 ConfiniDeclinazioniDH
    
OroscopoVenere-08.786.00
MediocieloGiove/Saturno+20.990.00
SoleMercurio+14.290.49
LunaVenere+06.330.79
SaturnoMercurio-23.443.63
GioveSaturno-00.932.10
MarteMercurio+06.663.23
VenereSaturno+20.692.02
MercurioVenere/Saturno+17.731.17
FortunaMercurio4.94
DaimonSaturno2.52

Mercurio diretto (10°04’ Leone) giunge alla Luna di nascita (9°54’ Leone);

la Luna diretta (DH 0.79) è giunta a Mercurio di nascita (DH 0.84);

Venere diretta (DH 2.02) giunge al trigono dell’Ascendente;

Giove diretto (DH 2.10) giunge all’esagono dell’Ascendente;

il Sole diretto (DH 0.49) è in quadrato a Marte di nascita (DH 5.51);

Marte diretto (17°21’ Ariete)è in quadrato al Sole di nascita (17°29’ Cancro);

Saturno diretto (0°14’ Capricorno) giunge al trigono di Giove di nascita (0°22’ Vergine);

il Sole diretto (decl. +14,29) è unito per declinazione alla Luna di nascita (decl. +13,36);

l’Ascendente diretto (decl. -8,78) giunge alla declinazione di Marte di nascita (decl. -9,08);

Mercurio diretto (decl. +17,73) si oppone per declinazione a Saturno di nascita (decl. -17,33);

Saturno diretto (decl. -23,44) si oppone per declinazione a Mercurio di nascita (decl. +23,52);

la Sorte delle Attività [34] diretta (DH 4.01) è in esagono Mediocielo;

la Sorte di Necessità diretta (DH 5.91) giunge all’Ascendente;

la stella Spica [35] diretta (DH 5.91) giunge all’Ascendente;

la stella Pollux [36] diretta (DH 0.12) è al Mediocielo e equidistante a Venere di nascita (DH 0.09);

la stella Altair diretta (DH 0.05) è giunta al Fondocielo;

la stella Algenubi diretta (DH 1.56) è giunta al Sole di nascita (DH 1.55);

la stella Zosma diretta (DH 2.80) è giunta alla Luna di nascita (DH 2.99);

la Laguna, M8, diretta (DH 1.50) giunge a Saturno di nascita (DH 1.51);

la Laguna, M8, diretta (DH 1.50) è equidistante al Sole di nascita (DH 1.55);

il filo meridionale dei pesci diretto (DH 5.52) è giunto a Marte di nascita (DH 5.51).

.

Considerazioni

Nel periodo mutano i Signori dei Confini [37]  del Mediocielo, di Mercurio e di Saturno e i nuovi divisori sono Saturno e Mercurio. Nei moti primi, Mercurio e la Luna si uniscono reciprocamente; Venere e Giove, i benefici, sono in trigono e in esagono all’Ascendente; il Sole e Marte sono in reciproco quadrato; Saturno giunge al trigono di Giove; il Sole giunge alla declinazione della Luna; Mercurio e Saturno si oppongono per declinazione; sorge la stella Spica e culminano Pollux e Altair e la Sorte delle Attività è in esagono al Mediocielo e a Venere: si tratta di un periodo estremamente favorevole per la vita e per le attività, in cui vi è il consenso del pubblico e della critica e, per questo, sono possibili importanti realizzazioni nella professione.

.

La rivoluzione solare dell’anno 1993

La rivoluzione, con gli spazi di perfezione [38], è stata calcolata per la località di Concord, California – lat. 37°59’N; long. 122°02’W –, e il giorno 9 luglio 1993 alle ore 9:57 di o.e. (ore 16:57 di T.U.).

.

 latitudinideclinazioniDHvisibilità
     
Sole+22.302.71
Luna+5.08+01.874.48
Saturno-1.43-12.985.52
Giove+1.27-01.563.49
Marte+0.96+08.865.66
Venere-2.64+18.350.15-24.26 (v.)
Mercurio-4.22+16.823.31-3.23 (n.v.)
Tyche1.19
Daimon1.19

.

Aspetti della rivoluzione solare del 1993

Sorge la Vergine (dominio di Mercurio) e Alphard e le Pleiadi culminano. La Luna è angolare, è al suo ventre (lat. +5.08), è in trigono al Sole e al Plenilunio, è opposta per declinazione a Giove (con cui è in ricezione), è in trigono a Mercurio ed è in esagono a Venere e al Mediocielo. Nel suo movimento, la Luna si separa da Venere, da Marte, da Tyche, dal Sole e da Daimon e si applica a Mercurio.

Mercurio domina (con Venere) e si presenta nella perfezione del Mediocielo [39], inoltre, domina e si configura alle perfezioni del Sole e della Luna [40]In rivoluzione, Mercurio è in un buon luogo, è mattutino (nel giorno) e invisibile, è in trigono alla Luna (che vi si applica), è equidistante a Giove ed è prossimo alla declinazione di VenereIl Sole è in undicesima Casa (i desideri e le aspettative possono avere un loro coronamento), è unito a Mercurio, è in trigono alla Luna, è in quadrato sovreminente a Giove, è in esagono a Tyche e si presenta all’ingresso della perfezione del Mediocielo. Già solo per queste figure, l’anno è particolarmente operoso e le iniziative e quanto si pone in opera nel periodo porterà onori, notorietà e successo.

Signori dell’Anno sono Venere e Marte: Venere culmina (come alla nascita) e Marte sorge. Venere è mattutina e visibile, è con il nodo lunare, è in esagono (nel mondo) alla Luna e si applica al trigono di Giove e al quadrato (in cui è sovreminente) di Marte. Marte è occidentale e di moto diretto, è in esagono al Sole, è in quadrato a Venere, è equidistante a Saturno e si presenta nella perfezione del Sole.

Giove è occidentale, è di moto diretto, è in trigono e in ricezione con Venere (che culmina in questa rivoluzione ed è Signora dell’Anno), è equidistante a Mercurio (signore del Mediocielo), si oppone per declinazione alla Luna e si presenta nella perfezione della Luna. Saturno è nel proprio Domicilio, è orientale e retrogrado e si configura al Mediocielo.

Venere, Mercurio e Marte, con il Sole e la Luna, sono gli elementi che alla nascita denotano una carriera importante. Nei moti primi si precisano figure di questi pianeti e dei luminari. In rivoluzione i luminari sono in trigono, Giove si configura ad entrambi i luminari e Venere (che culmina), Mercurio (che domina e si presenta nella perfezione del Mediocielo e riceve l’applicazione della Luna) e Marte (che sorge e si presenta nella perfezione del Sole e della Luna) hanno i principali domini e le figure più significative. Pertanto, quanto si mette in cantiere quest’anno porta grandi soddisfazioni e i risultati sperati.

.

LOscar di migliore attore protagonista del 1995

Per il movimento di direzione primaria (con figura redatta per la data della premiazione, il 27/3/1995 – arco di direzione 37.87 -), sussistono gli aspetti visti per il 1994 a cui si aggiungono aspetti del Sole con Venere, di Saturno con Giove, e, per il moto di entrambi, di Venere con Giove.

.

 ConfiniDeclinazioniDH
    
OroscopoVenere-09.076.00
MediocieloSaturno+20.820.00
SoleMercurio+13.990.54
LunaVenere+05.990.74
SaturnoMercurio-23.443.69
GioveSaturno-01.262.05
MarteMercurio+06.963.17
VenereSaturno+20.512.07
MercurioSaturno+17.481.22
FortunaMercurio4.88
DaimonMercurio2.47

.

Mercurio diretto (10°59’ Leone) è unito alla Luna di nascita (9°54’ Leone);

la Luna diretta (DH 0.74) è unita a Mercurio di nascita (DH 0.84);

il Sole diretto (22°34’ Leone) è in esagono a Venere di nascita (22°50’ Gemelli);

Saturno diretto (DH 3.69) è in esagono a Giove di nascita (DH 4.33);

Venere diretta (DH 2.07) è equidistante a Giove diretto (DH 2.05);

Venere diretta (DH 2.07) è in trigono all’Ascendente;

Giove diretto (DH 2.05) è in esagono all’Ascendente;

il Sole diretto (DH 0.54) è in quadrato a Marte di nascita (DH 5.51);

Marte diretto (17°44’ Ariete) è in quadrato al Sole di nascita (17°29’ Cancro);

Saturno diretto (1°05’ Capricorno) è in trigono a Giove di nascita (0°22’ Vergine);

il Sole diretto (decl. +13,99) è unito per declinazione alla Luna di nascita (decl. +13,36);

l’Ascendente diretto (decl. -9,07) giunge alla declinazione di Marte di nascita (decl. -9,08);

Mercurio diretto (decl. +17,48) si oppone per declinazione a Saturno di nascita (decl. -17,33);

Saturno diretto (decl. -23,44) si oppone per declinazione a Mercurio di nascita (decl. +23,52);

la Sorte delle Attività diretta (DH 4.08) è in esagono Mediocielo;

la Sorte di Necessità diretta (DH 5.98) è all’Ascendente;

la stella Spica diretta (DH 5.97) è all’Ascendente;

la stella Pollux diretta (DH 0.17) è al Mediocielo e equidistante a Venere di nascita (DH 0.09);

la stella Altair diretta (DH 0.12) è al Fondocielo;

la stella Algenubi diretta (DH 1.51) è con il Sole di nascita (DH 1.55);

la Laguna, M8, diretta (DH 1.55) è con Saturno di nascita (DH 1.51);

la Laguna, M8, diretta (DH 1.55) è equidistante al Sole di nascita (DH 1.55);

il filo meridionale dei pesci diretto (DH 5.45) è con Marte di nascita (DH 5.51).

.

Considerazioni

Nel periodo, oltre ai Signori dei Confini del Mediocielo, di Mercurio e di Saturno, ora muta il Signore dei Confini di Daimon e si confermano, quali divisori, Saturno e Mercurio. Rispetto alla figura precedente, sono confermati gli aspetti visti per il 1994 a cui si aggiungono l’esagono del Sole (luminare in decima Casa di nascita) a Venere (il dominatore delle attività che alla nascita culmina); l’esagono di Saturno a Giove (insieme al trigono zodiacale già presente); l’equidistanza, per il moto di entrambi, tra Venere e Giove. Nel perdurare dell’influenza fondamentale costituita dall’unione reciproca tra Mercurio e la Luna ed il sorgere di Spica, figure che esprimono i loro significati favorevoli in un arco di tempo maggiore dell’anno solare 1994, non meraviglia il fatto che, anche nell’edizione degli Oscar del 1995, Tom Hanks, per il soggetto presentato e per la sua straordinaria performance nella pellicola “Forrest Gump”, sia stato tra i candidati favoriti dalle circostanze e nuovamente premiato quale miglior attore protagonista.

.

La rivoluzione solare dell’anno 1994

La rivoluzione, con gli spazi di perfezione, è stata calcolata per la località di Concord, California – lat. 37°59’N; long. 122°02’W –, e il giorno 9 luglio 1994 alle ore 15:43 di o. e. (ore 22:43 di T.U.).

.

 

 latitudinideclinazioniDHvisibilità
     
Sole+22.302.07
Luna-4.71+15.551.48-1.45 (n.v.)
Saturno-1.83-08.751.10
Giove+1.15-12.054.97
Marte-0.33+20.674.71
Venere+1.53+13.430.29-20.80 (v.)
Mercurio-4.09+19.353.20-10.86 (t.e.)
Tyche5.41
Daimon5.41

.

Aspetti della rivoluzione solare del 1994

Si tratta di rivoluzione novilunica in cui la Luna, che è con Pollux ed è al suo ventre (lat. -4.71), nelle 48 ore seguenti esce dai raggi e diventa visibile (prima falce), è unita per declinazione a Venere, è in quadrato sovreminente a Giove, è in esagono a Marte, è in trigono all’Ascendente e si configura alle perfezioni dell’Anno, della Luna e del Sole. Inoltre, la stella Zubenschamali (natura Giove/Venere), il nodo lunare nord e Tyche sorgono, Venere culmina, Giove è sorto da poco e Marte è in settima Casa.

Il Sole è in nona Casa, è in trigono all’Ascendenteè prossimo alla declinazione di Marte, è in trigono a Saturno, è in ricezione con Venere e con la Luna, è in trigono alla perfezione dell’Anno ed è configurato alle perfezioni del Mediocielo, del Sole e della Luna.

Marte e Giove dominano la perfezione dell’Anno. Sorge lo Scorpione e Marte è in settima Casa (angolare), è equidistante a Giove (che è sorto da un’ora) ed entrambi si configurano a Mercurio e al Mediocielo.

Mercurio è mattutino (nel giorno), è di moto diretto, è nel proprio Domicilio, è al suo ventre (lat. -4.09) e al tramonto eliaco (a.v. -10.86), è in esagono a Venere (che culmina), è unito per declinazione a Marte, è in trigono a Saturno e a Giove (figure nel mondo), domina e si configura alle perfezioni del Mediocielo [41] e del Sole e si configura per trigono a Giove e alla perfezione della Luna. 

Venere è in Leone, è vespertina, è visibile e di moto diretto, è in ricezione con il Sole, è unita per declinazione a Giove, è in esagono a Mercurio, è in quadrato al nodo lunare e a Tyche, domina le perfezioni del Sole e della Luna, culmina in rivoluzione e si presenta nella perfezione del Mediocielo e si configura alle perfezioni dell’Anno e della Luna. Mercurio e Venere dominano la perfezione del Sole e Mercurio è in trigono alla perfezione.

Nel movimento consentito dal suo passo giornaliero, la Luna si separa dal trigono di Saturno, di Daimon, di Tyche e del nodo lunare e dall’unione del Sole; si applica al quadrato di Giove e alla declinazione di Venere.

Giove è occidentale, è di moto diretto, è in quadrato alla Luna, è in trigono (per Segno) al Sole, è unito per declinazione a Venere, è equidistante a Marte, domina la perfezione dell’Anno e si presente (e ne assume un dominio) nella perfezione della Luna.

Anche in questa rivoluzione solare, Venere, Mercurio e Marte, con il Sole, la Luna e Giove, sono gli elementi che hanno figure significative e i principali domini: i luminari sono in ricezione e la Luna va alla prima visibilità; Giove si configura ad entrambi i luminari;Venere culmina; Mercurio è conforme all’hairesis, è in fase al Sole e riceve l’applicazione della Luna, domina e si configura alla perfezione del Mediocielo; Marte domina l’Ascendente di rivoluzione, è Signore dell’Anno, è angolare e si configura a Giove (Signore dell’Anno) e alle principali perfezioni. Poi, la particolare condizione della Luna, indica che quanto si è prodotto nei mesi precedenti può ancora portare frutti e risultati importanti e che ora si aprono ulteriori e rilevanti spazi di lavoro per il futuro.

.

Vince il premio Cecil B. DeMille Award, il Golden Globe alla carriera  

Tom Hanks, per il suo straordinario percorso professionale, il 5 gennaio 2020 ha ricevuto il Golden Globe alla carriera. Inoltre, per l’edizione degli Oscar 2020, per la sua interpretazione nella pellicola “Un amico straordinario, è tra i candidati all’Oscar nella categoria “miglior attore non protagonista”.

Per il movimento di direzione primaria (figura redatta per la data della premiazione, il 5/1/2020 – arco di direzione 60.46 -), osserviamo che Saturno culmina e Venere è giunta a Saturno e si precisano aspetti di Mercurio, di Marte, di Giove, della Luna, del Sole e di Saturno. Inoltre, le stelle Pollux e Altair sono al meridiano; le Iadi sono con Giove; Vindemiatrix è con Venere; Zavijava è con la Luna; Denebola è con il Sole; Porrima è con Mercurio; Gacrux è con Saturno; Propus è con Marte.

.

 ConfiniDeclinazioniDH
    
OroscopoMercurio-15.276.00
MediocieloMercurio+15.160.00
SoleVenere+06.061.79
LunaSaturno/Mercurio-02.300.61
SaturnoSaturno-21.584.99
GioveVenere-08.880.69
MarteVenere+13.611.78
VenereMercurio+14.663.36
MercurioMercurio+10.322.46
FortunaGiove3.53
DaimonVenere1.22

.

Giove diretto (DH 0.69) è unito a Mercurio di nascita (DH 0.84);

il Sole diretto (DH 1.79) è in quadrato a Giove di nascita (DH 4.33);

Mercurio diretto (DH 2.46) è in esagono al Sole di nascita (DH 1.55);

Venere diretta (DH 3.36) è in esagono a Mercurio di nascita (DH 0.84);

Giove diretto (22°50’ Bilancia) è in trigono a Venere di nascita (22°50’ Gemelli);

Mercurio diretto (DH 2.46) è in esagono a Marte di nascita (DH 5.51);

Marte diretto (6°16’ Toro) è in esagono a Mercurio di nascita (5°48’ Cancro);

la Luna diretta (5°47’ Bilancia) è in quadrato a Mercurio di nascita (5°48’ Cancro);

la Luna diretta (DH 0.61) è in quadrato a Marte di nascita (DH 5.51);

Saturno diretto (DH 4.99) è in quadrato a Mercurio di nascita (DH 0.84);

Saturno diretto (DH 4.99) è in esagono alla Luna di nascita (DH 2.99);

il Sole diretto (DH 1.79) giunge al trigono dell’Ascendente;

Marte diretto (DH 1.78) giunge al trigono dell’Ascendente;

il Sole diretto (DH 1.79) è equidistante a Marte diretto (DH 1.78);

Marte diretto (decl. +13,61) è unito per declinazione alla Luna di nascita (decl. +13,36);

Giove diretto (decl. -8,88) è unito per declinazione a Marte di nascita (decl. -9,08);

la Sorte di Base diretta (DH 0.22) è ancora unita al Mediocielo;

la Sorte delle Attività diretta (DH 5.71) giunge al quadrato del Mediocielo e di Venere di nascita;

la Sorte di Necessità diretta (DH 4.67) giunge a Daimon di nascita (DH 4.56);

la Sorte dell’Audacia diretta (DH 3.88) è in trigono al Mediocielo;

la Sorte di Eros diretta (DH 1.92) è in trigono all’Ascendente;

la Sorte di Nemesi diretta (DH 0.61) è in quadrato a Marte di nascita (DH 5.51);

la stella Spica diretta (DH 4.37) giunge a Giove di nascita (DH 4.33);

la stella Unukalhai diretta (DH 5.93) è all’Ascendente;

la stella Alphard diretta (DH 0.01) è al Mediocielo e equidistante a Venere di nascita (DH 0.09);

la stella Sadalsuud diretta (DH 0.05) è al Fondocielo;

le stelle Hamal ed M31 dirette (DH 5.94) sono al Discendente;

la stella Zosma diretta (DH 1.48) è con il Sole di nascita (DH 1.55);

la stella Zaniah diretta (DH 2.92) è con la Luna di nascita (DH 2.99);

la stella Altair diretta (DH 1.76) è con Saturno di nascita (DH 1.51);

le stelle Antares ed M42 dirette (DH 3.98/4.07) sono ora configurate al Mediocielo.

.

Considerazioni

Mutano i Signori dei Confini dell’Ascendente, del Mediocielo, della Luna e di Saturno e i nuovi divisori sono Mercurio e Saturno. Le figure che ora si precisano sono tante e riguardano, quindi,molteplici aspetti della vita di Tom Hanks. Per il premio alla carriera appena ricevuto, come ci si aspetterebbe, sono interessati i dominatori delle attività (Venere e Mercurio), i luminari, Giove, Marte e Saturno, il Mediocielo e l’Ascendente: Giove si unisce a Mercurio e Spica è giunta al benefico Giove; Mercurio è in esagono al Sole; il Sole è in quadrato a Giove; la Luna è in quadrato a Mercurio e a Marte; Venere è in esagono a Mercurio; Giove è in trigono a Venere; Mercurio e Marte sono in reciproco esagono e Saturno è in aspetto a Mercurio e a Marte; inoltre, la Sorte di Base culmina e il Sole e Marte sono in trigono all’Ascendente.

Nel periodo della vincita degli Oscar la Luna si è unita a Mercurio, ora Giove si unisce a Mercurio, Spica si unisce a Giove ed il Sole giunge al quadrato di Giove e al trigono dell’Ascendente. Sono aspetti molto favorevoli che caratterizzano un periodo di gratificazioni personali e professionali tanto da poter pronosticare (quello che poi si è concretizzato nella cerimonia del 13 gennaio 2020) che, dopo il prestigioso riconoscimento del Golden Globe alla carriera ottenuto il 5 gennaio, Tom Hanks avrebbe concorso agli Oscar per l’edizione 2020 nella categoria “miglior attore non protagonista”. 

.

La rivoluzione solare dell’anno 2019

La rivoluzione, con gli spazi di perfezione, è stata calcolata per la località di Concord, California – lat. 37°59’N; long. 122°02’W –, e il giorno 9 luglio 2019 alle ore 16:45 di o. e. (ore 23:45 di T.U.).

.

 latitudinideclinazioniDHvisibilità
     
Sole+22.302.92
Luna+5.25-04.572.96
Saturno+0.32-22.022.95
Giove+0.51-22.214.80
Marte+1.18+20.131.92-11.57 (n.v.)
Venere+0.18+23.393.46-8.25 (v.)
Mercurio-3.16+16.112.10-8.62 (n.v.)
Tyche0.12
Daimon0.12

.

Perfezioni e figure della rivoluzione solare del 2019

In rivoluzione sorge lo Scorpione, culmina la Vergine e Daimon e Tyche è al Fondocielo. Marte è unito a Mercurio ed entrambi sono in trigono all’Ascendente: vi è la possibilità concreta, in questo periodo, di un riconoscimento da parte del pubblico, dei giornalisti e della critica per le capacità espresse nell’ambito professionale ma anche per le qualità umane e personali.

Marte è occidentale e di moto diretto, ha appena realizzato il tramonto eliaco ed è entrato sotto i raggi (a.v. -11.57), è unito a Mercurio, è vicino alla declinazione del Sole, domina ed è in trigono all’Ascendente, domina le perfezioni del Sole e della Luna e vi si configura per quadrato.

Mercurio è vespertino e retrogrado, è sotto i raggi (a.v. -8.62), è al suo ventre (lat. -3.16); domina il Mediocielo e le perfezioni del Mediocielo e della Sorte delle Attività e vi si configura per esagono.

Venere è mattutina e visibile, è al suo nodo (lat. +0.18), è unita per declinazione al Sole e si oppone per declinazione a Giove e a Saturno, è in esagono al Mediocielo; domina e si configura alle perfezioni del Mediocielo, della Sorte delle Attività e del Sole.

La Luna è di luce crescente, è al suo ventre (lat. +5.25) e, nel suo movimento, si separa dall’esagono di Mercurio e di Marte, dal quadrato di Venere, dall’esagono di Giove, dal quadrato del Sole, dei nodi lunari e di Saturno e (nel cambio di Segno) si applica al quadrato di Mercurio e di Marte.

Il Sole è unito al nodo lunare nord e si oppone a Saturno. La Luna è nell’undicesimo luogo, è di luce crescente, è in quadrato al Sole e a Saturno (con cui è in ricezione), è in quadrato (nel mondo) a Venere (con cui è in ricezione) ed è in esagono (nel mondo) a Giove.

Giove è in prima Casa, è nel proprio Domicilio, è occidentale [42]e retrogrado, è unito ad Antares, è unito per declinazione a Saturno, si oppone per declinazione al Sole e a Venere (con cui è in ricezione) ed è in quadrato a Daimon, al Mediocielo e a Tyche.

Saturno è nel proprio Domicilio, è opposto al Sole (acronico [43]) e in quadrato alla Luna (con cui è in ricezione), è unito al nodo lunare sud, è unito per declinazione a Giove e si oppone per declinazione al Sole e a Venere. In rivoluzione, Giove e Saturno sono in dignità, sono configurati ad entrambi i luminari e tra loro, sono i dominatori della perfezione dell’Anno e Giove si presenta nella perfezione: vi è la possibilità di raggiungere mete importanti, vi sono riconoscimenti personali e professionali e i progetti del periodo avranno un buon esito.

.

.

__________________________________________________________________________

Note

[1]  Moto primo o direzione di un punto della sfera locale – secondo il metodo naturale di Placido Titi basato sui moti veri del sole – è il suo spostamento nel senso del moto diurno verso un secondo punto, rimanendo invariate le sue coordinate celesti dell’istante iniziale. L’arco che il primo punto percorre in gradi equatoriali è l’arco di direzione. Quando il primo punto giunge per direzione al circolo orario del secondo punto, si dice che tra i due punti avviene un incontro di direzione. L’osservazione di questo moto costituisce il primo fondamento dell’arte della previsione astrologica.

[2] La Sizigia è il novilunio o il plenilunio che precede la nascita ed è come una matrice che influenza i “caratteri fondamentali” di tutte le nascite dei giorni successivi fino al successivo novilunio/plenilunio. Ha una natura solare (novilunio)/lunare (plenilunio), fa parte, rispettivamente, dell’hairesis diurna/notturna.

[3] Nelle 24 ore, del giorno, sono tanti i momenti in cui, secondo “cause precedenti”, che riguardano la “formazione di corpo e spirito”, la nascita dei bimbi è possibile. Secondo questa concezione, le fasi di formazione dell’embrione, dal concepimento alla nascita, devono seguire un ritmo armonico, esprimere un’assonanza che consente il compimento della gestazione. A questa concezione risponde la tecnica che è di Tolomeo e del suo tempo. Seguendo questa tecnica, ricercheremo, nel giorno di nascita, quei momenti in cui è possibile nascere. Si tratta di quelle “aperture delle porte” in cui i pianeti formano rapporti di eguaglianza numerica in virtù dei loro moti, isaritmie (che devono essere considerate secondo il moto orario), rispetto al sorgere o al culminare. Tali momenti possono essere pochi o tanti, ma la nostra scelta deve riguardare, con poche eccezioni, solo quei rapporti che si creano tra quel pianeta, che ha un chiaro dominio al tempo della sizigia e che troviamo riconfermato, per diritti, forza, operatività, concordia di hairesis, nel tema di nascita.

[4] La distanza oraria si riferisce alla suddivisione del giorno in 24 ore ed è la misura oraria dell’astro osservato nella sua posizione relativa rispetto alla linea meridiana (asse fondocielo/mediocielo) ed alla linea dell’orizzonte (asse ascendente/discendente). I valori in distanza oraria (DH) indicati nella figura di direzione partono da un valore zero in prossimità del meridiano e determinano i quattro quadranti di sei ore l’uno del cerchio completo, nel seguente modo: dal fondocielo all’ascendente e dal fondocielo al discendente da 0 a 6 ore; dal mediocielo all’ascendente e dal mediocielo al discendente da 0 a 6 ore. Questo significa dire che l’astro situato esattamente sulla cuspide della seconda, dell’undicesima, della nona e della quinta Casa ha un valore di distanza oraria pari a 2 ore (DH 2.00); l’astro situato precisamente sulla cuspide della prima, della dodicesima, dell’ottava e della sesta Casa ha un valore di distanza oraria di 4 ore (DH 4.00), e così via.

[5] In questa colonna viene fornito il dato della visibilità degli astri per il giorno della nascita. Con la sigla v. intendiamo “visibile” o fuori dai raggi del Sole; con la sigla n.v. intendiamo “non visibile” o sotto i raggi (invisibilità e combustione). Con la sigla l.e. indichiamo la “levata eliaca” (che può essere mattutina o vespertina), con t.e. il “tramonto eliaco” (mattutino o vespertino). Con la sigla c. intendiamo la “combustione” del pianeta molto vicino al Sole, entro i tre gradi.

[6] Phatnê, la Greppia o mangiatoia: è uno dei celebri ammassi stellari del cielo (NGC 2632), ben visibile ad occhio nudo nelle notti buie come una macchia lattiginosa. Appartiene al gruppo delle cinque nebulose descritte nell’Almagesto dove compare come “il centro della massa nebulosa nel petto, chiamata Praesepe”.L’agglomerazione luminosa chiamata Greppia (Praesepe) ha una natura di Marte e della Luna, le stelle poste ai due lati di essa, chiamate Asini, hanno la natura di Marte e del Sole e sono di natura violenta. Gli Asini e Praesepe rientrano negli elenchi delle stelle e degli asterismi ritenuti nocivi per la salute.

[7] La Sorte di Nemesi, Nemesis, può rappresentare esperienze in cui bisogna confrontarsi con difficoltà impegnative ed affanni; in dati casi, dice qualcosa riguardo la rovina e la morte. È la sorte di Saturno che si calcola da Tyche a Saturno. Tra i suoi significati è la nemesi è la concausa della morte e quindi è il destino in questo senso. Nemesi è il nome dato alla sorte di Saturno nella distinzione che si fa delle sette sorti ermetiche e che hanno un valore di per sé non assimilabile ad altri nomi simili.

[8] La Sorte del Fondamento, Basis, è la sorte che, secondo la tradizione, esprime il fondamento, l’origine, il legame tra corpo e anima. Indica qualcosa riguardo ciò che può costituire il baricentro personale, che può rappresentare, una volta compreso, il punto fermo, il punto di equilibrio. La “Sorte di Base”, o “Sorte del Fondamento” o “Sorte della Durata”, indica il fondamento e la durata nel nostro mondo. Il Signore della sorte di Base è, in un certo qual modo, da intendere come il Signore del Destino.

[9] Si chiarisce che qui viene presa in considerazione la misura, proposta da Schoch, della quantità dell’arco condotto dallo zenith al nadir e passante per i luoghi dell’astro e del Sole, tale da consentire la prima o ultima visibilità dell’astro ad oriente (levante) o ad occidente (tramonto); per Mercurio tali valori vanno da –13.00 a -9.50 (se tramonta o sorge mattutino o vespertino); per Venere tali valori vanno da -5.80 a -5.20 (se tramonta o sorge mattutino o vespertino); per Marte tali valori vanno da -14.50 a -13.20 (se tramonta o sorge mattutino o vespertino); per Giove tali valori vanno da -9.00 a -7.50 (se tramonta o sorge mattutino o vespertino); per Saturno tali valori vanno da -13.00 a -10.30 (se tramonta o sorge mattutino o vespertino). Per valori inferiori di segno negativo) il pianeta è invisibile o combusto, per valori superiori (di segno negativo) ma vicini a quelli proposti, vi è la condizione di visibilità e di una maggior forza ed operatività.

Arcus visionis: (a.v.) è l’arco di depressione sotto l’orizzonte, o altezza negativa, che il Sole deve avere perché un corpo celeste che sorge o che tramonta prima o dopo il Sole risulti visibile all’occhio umano. Ciascun corpo celeste, sia esso una stella o un pianeta, ha un diverso arcus visionis che dipende dalla sua magnitudine apparente: maggiore è la luminosità del corpo celeste, minore è il suo arcus visionis, ovvero l’astro può essere visibile all’orizzonte anche con un cielo più chiaro. Per un corretto calcolo dell’arcus visionis occorre considerare la differenza in azimut tra il luogo in cui sorge (o tramonta) l’astro e quello in cui sorge (o tramonta) il Sole.

[10] I nodi sono i due punti nei quali la Luna o un pianeta ha latitudine 0°, ovvero si trova sull’eclittica. Se il pianeta ha latitudine 0° e sta salendo sopra l’eclittica è nel suo nodo ascendente, se sta scendendo sotto l’eclittica è nel suo nodo discendente. Mercurio al suo nodo, se è efficace e ben messo e vi sono ricezioni con i benefici, favorisce un’intelligenza particolarmente brillante, l’acume, una rapidità dei processi intellettivi.

[11] Per questa e per le altre sorti indicate nell’articolo ci riferiamo al sistema di calcolo successivo a quello adottato da Placido Titi e da Adriano Negusanzio. Qualche anno dopo la morte di Placido, nella ristampa della Coelestis Philosophia del 1675, Francesco Brunacci e Francesco Maria Onorati propongono un metodo di calcolo che mantiene la stessa struttura del calcolo del Placido ma viene svolto interamente sull’equatore operando con l’ascensione obliqua dell’oroscopo e con le ascensioni miste (am) dei luminari, ovvero con le aoch nell’emisfero ascendente e con le doch in quello discendente, in modo da ottenere l’ascensione mista della sorte. Sulle argomentazioni teoriche e le modalità del calcolo, si segnala l’articolo pubblicato all’interno del sito www.cieloeterra.it dell’associazione Cielo e Terra “La sorte oraria, il vero oroscopo lunare”, di Marco Fumagalli, che amplia quanto già indicato nell’altro suo articolo “il calcolo delle sorti secondo Placido Titi” (pubblicato su Linguaggio Astrale n. 103 di giugno 1996).

La Sorte di Fortuna, Tyche, in ogni genitura può rappresentare il corpo, la vita, le acquisizioni, le sostanze materiali, la convivenza, il matrimonio e quanto viene condiviso nella vita di coppia. In ambito religioso, sono i beni condivisi nella comunità e la comunione con gli altri. Come la Luna, può esprimere qualcosa riguardo la casa, il domicilio, il luogo in cui si vive.

La Sorte del Genio, Daimon, in ogni genitura può rappresentare l’intelletto, l’animo, il comportamento, i desideri profondi e le istanze interiori che indirizzano le scelte importanti della nostra vita.

[12] Il Sole essendo al sorgere, al grado levante, mattutini sono gli astri nel I e III quadrante, vespertini nel II e IV. Vedasi il commento a Tolemeo di ´Alī ibn Ridwān, pag. 868 di “Arcana Mundi”, Giuseppe Bezza, 1995. Si pone il Sole all’oroscopo e la sua ascensione obliqua sarà l’ascensione obliqua dell’asse orizzontale; ad essa sottrarremo 90° per ottenere l’ascensione retta dell’asse verticale. Quindi, sistemeremo i pianeti nei quattro quadranti così determinati secondo le loro ascensioni oblique o discensioni oblique.

[13] I ventri sono i due punti nei quali un pianeta raggiunge la massima distanza in latitudine rispetto all’eclittica. I ventri dei pianeti non hanno valori fissi ma mutano di volta in volta. I valori massimi per Mercurio sono 3°52’ australe e 4°44’ boreale (spiegazione contenuta nel glossario del sito “cieloeterra.it”).

[14] Almuten della genitura è il pianeta più potente della figura di natività, quello che ‘spossessa’ gli altri ed assume il ruolo di pianeta dominante. I criteri per la scelta dell’almuten si fondano sulle dignità sui cinque luoghi vitali (Sole, Luna, Oroscopo, Tychê, Novilunio di giorno, Plenilunio di notte), sulla posizione nelle dodici Case, sugli aspetti con i luminari; Almuten di ogni argomento è il pianeta che prevale sui significatori di un particolare argomento (almuten del padre, almuten dei figli, almuten del temperamento, e così via).

[15] Ricezione: è, in un’applicazione, il riconoscimento di natura da parte degli astri che uniscono le loro luci. Avviene in due modi: quando il pulsans è nelle dignità del receptor (Mercurio in Capricorno che si applica a Saturno in Toro) e quando il receptor è nelle dignità del pulsans (la Luna in Vergine che si applica a Saturno in Toro). Perché la ricezione sia efficace gli astri non devono essere indeboliti dalla combustione, dall’esilio, dalla caduta, dalla retrogradazione.

Ricezione mutua: è una ricezione in cui entrambi gli astri sono l’uno nelle dignità dell’altro. Per esempio la Luna che si congiunge a Venere nel segno del Toro, stando la prima nel domicilio di Venere e la seconda nell’esaltazione della Luna.

[16] La Sorte della Vittoria, Nike (sorte di Giove), è anche un risultato, l’ottenimento dei frutti di un impegno ed un’attività che produce un esito positivo per la persona. È anche “il prevalere sui nemici”.

[17] Nel ciclo luminoso del pianeta rispetto al Sole è il momento (determinato per un dato orizzonte locale) in cui il pianeta esce dai raggi del Sole ed appare visibile (levata eliaca mattutina) e quando il pianeta è ancora visibile e sta per entrare sotto i raggi del Sole (levata eliaca vespertina). In queste due fasi si realizza la massima operosità del pianeta in quanto aumenta di moto e di luce.

[18] Hairesis – fazione – setta: è la condizione diurna o notturna di un astro, la sua appartenenza alla fazione del giorno o della notte; la concordia tra la fazione dei pianeti dominanti e il tempo della nascita (diurna o notturna) è fondamentale per il giudizio. I pianeti che rispettano la propria hairesis (in genitura diurna i diurni, in genitura notturna i notturni) operano nel modo migliore, secondo natura e giustizia; quelli che non rispettano la propria hairesis operano in modo contrario, con ostacoli e difficoltà. Il rispetto dell’hairesis non indica una maggior forza del pianeta ma un miglior modo di operare. Altre condizioni di rispetto dell’hairesis sono per i diurni, essere sopra l’orizzonte, avere luce crescente ed essere in segno maschile, per i notturni essere sotto l’orizzonte, avere luce calante ed essere in segno femminile (spiegazione contenuta nel glossario del sito “cieloeterra.it”).

[19] Sirio (natura Giove/Marte) è “il cuore”,la brillante, della costellazione del Cane. Rientra negli elenchi delle stelle e degli asterismi ritenuti nocivi per la salute e per la vita. È una stella di natura Giove/Marte e se è unita ai luminari alla nascita indica capacità di leader; quando in direzione giunge ai luminari o ai cardini principali della figura contrassegna i momenti in cui si rivestono incarichi rilevanti o un momento del destino in cui è possibile concretizzare “imprese importanti” con il verificarsi di eventi fuori dall’ordinario.

[20] La costellazione del Toro è per la maggior parte composta da due gruppi principali di stelle; le Pleiadi e le Iadi. Entrambi i gruppi hanno collegamenti alla pioggia; pluviali, una parola relativa a Pleiadi è un termine latino per la pioggia; e hyein, un termine greco che significa ‘la pioggia’ è legato alla parola Iadi.

Le Pleiadi (natura Luna/Marte), di cui Alcyone fa parte, sono chiamate in Babilonia MUL.MUL, che si può tradurre «la costellazione della costellazione», quindi la costellazione per eccellenza, o la stella, denominazione che ritroviamo presso gli Arabi, ove al-najm, riferito alle Pleiadi, vuol significare «la stella per eccellenza». Sono dette anche «la capigliatura» sul collo del Toro. Sono connesse direttamente a GUD.AN.NA, il toro celeste, di cui faceva parte IS.LI.E, la mascella del bue, composta da Aldebaran e dalle Iadi, soprannominata «tiara di Anu». Il termine greco deriva o da plein, navigare, perché al loro sorgere e al loro tramontare indicavano l’inizio e la fine della navigazione, o dalla radice indoeuropea *pl- (cfr. il latino plenus), in quanto sono molte e le une serrate alle altre.

[21] Domicilio: è la prima dignità in ordine di importanza, il luogo dello zodiaco dove il pianeta ha più forza, ed indica benefici permanenti. Ciascun pianeta ha un domicilio diurno ed uno notturno, tranne i luminari che hanno un solo domicilio. Saturno ha il proprio domicilio in Capricorno e in Acquario, Giove in Sagittario e in Pesci, Marte in Scorpione e in Ariete, Venere in Bilancia e in Toro, Mercurio in Vergine e in Gemelli, il Sole in Leone, la Luna in Cancro.

[22] Signori della triplicità/trigonocratori: nel giorno/nella notte

Triplicità di fuoco Ariete  Leone  Sagittario   Sole Giove

Triplicità di terra Toro Vergine Capricorno  Venere Luna

Triplicità di aria Gemelli Bilancia Acquario   Saturno Mercurio

Triplicità di acqua Cancro Scorpione Pesci   Venere Marte

Doroteo di Sidone e gli arabi assumevano tre signori del Trigono o trigonocratori: primo trigonocratore, secondo trigonocratore e partecipante; e suddividevano i tempi della vita, del matrimonio e di tutte le questioni, in tre parti. Nell’esperienza fatta finora, con l’intento di cogliere dati essenziali e certi, è pienamente efficace l’osservazione di due soli trigonocratori.

[23] Orientale: (emisfero orientale) è, dei due emisferi nei quali viene divisa la sfera locale dal meridiano, quello che comprende il punto Est; (pianeta orientale rispetto alla genitura) è il pianeta situato nell’emisfero orientale; (pianeta orientale rispetto al Sole). Orientalità relativa: è così chiamata la condizione del pianeta che, al sorgere del Sole, si trova fuori dai raggi solari entro lo spazio del 1° quadrante (tra oroscopo e mediocielo), ovvero non oltre la distanza di 6 ore temporali dal Sole in senso orario.

[24] La Sorte di Malattia, o del pericolo, indica situazioni che possono costituire un pericolo più o meno grave; in dati casi indica l’occasione violenta, la malattia inseparabile.

[25] L’ insulina, un ormone rilasciato dal pancreas (un organo che si trova dietro lo stomaco e che produce anche enzimi digestivi), controlla la quantità di glucosio nel sangue. Il glucosio nel sangue in circolo stimola il pancreas a produrre insulina. L’ insulina favorisce il passaggio di glucosio dal sangue alle cellule. All’interno delle cellule, il glucosio viene convertito in energia, utilizzata immediatamente, oppure viene immagazzinato come grasso o glicogeno fino a quando non diventa necessario.

[26] Nel diabete, il sistema immunitario attacca le cellule del pancreas che producono insulina e oltre il 90% di esse è permanentemente distrutto. Pertanto, la produzione di insulina all’interno del pancreas è ridotta o assente. Solo il 5-10% circa di tutti i soggetti affetti da diabete presenta la malattia del tipo 1 (una volta definito diabete insulino-dipendente o diabete giovanile). Mentre, il diabete mellito di tipo 2 è di gran lunga la forma di diabete più frequente (interessa il 90% dei casi) ed è tipico dell’età maturaGli scienziati ritengono che un fattore ambientale, probabilmente un’infezione virale o un fattore nutrizionale nell’infanzia o nell’adolescenza, induca il sistema immunitario a distruggere le cellule che producono insulina del pancreas. Una predisposizione genetica rende alcuni soggetti più sensibili a un fattore ambientale.

[27] In una coppia di pianeti è sovreminente, per il moto orario diurno, quello tra i due che è sorto prima, che risulta destro, più orientale. Tale condizione è massimamente operativa nella figura di quadrato ma si osserva nei vari aspetti ed anche nella congiunzione tra pianeti. Tale efficacia è integra sempre che il pianeta “destro” sia sopra l’orizzonte o, quantomeno, non si sia ancora separato dal cardine dell’ascendente o del discendente.

[28] La Sorte delle Nozze, per l’uomo e per la donna, esprime la natura e le caratteristiche della relazione. In tema femminile, indica il marito e le questioni che riguardano il marito e le relazioni. Più in generale sono anche le unioni e le collaborazioni nella vita e nel lavoro.

[29] DEI FIGLI: nell’argomento dei figli l’indagine parte dall’osservazione:

A) dei luoghi significatori dei figli, che sono il X e l’XI luogo (o Casa), e quelli che si oppongono a loro, ovvero il V ed il IV luogo, nonché gli astri che sono presenti in tali luoghi o che testimoniano.

Il Mediocielo è il luogo procreativo per eccellenza, dopo di esso l’XI luogo, mentre la V Casa è il luogo dei figli. Se in queste Case vi sono astri che significano figli, il soggetto avrà figli, diversamente potrebbe non averne. Significano figli gli astri che sono produttori dell’umido, e quindi la Luna, Venere, Giove e Mercurio vespertino. Non significano figli Saturno, Marte, il Sole e Mercurio mattutino.

B) dei Segni delle cuspidi dei luoghi predetti e, a seconda della loro natura, cioè rispetto agli elementi che li costituiscono – il secco e l’umido – si giudica sulla presenza o meno della prole. I Segni, pertanto, si distinguono in sterili e fecondi; fecondi sono i Segni d’acqua: Cancro, Scorpione e Pesci; il Capricorno è un Segno di media fertilità; l’Ariete, il Toro, la Bilancia, il Sagittario e l’Acquario sono Segni di scarsa progenie; il Leone dà un solo figlio; possono indicare assenza di figli i Gemelli e la Vergine, anche se in date condizioni predispongono a parti gemellari.

[30] La Sorte dei Figli si trae dal rapporto tra Giove e Saturno rispetto all’Ascendente, sia in nascita diurna che in nascita notturna. Indica i figli e, per la condizione del dominatore della sorte, il carattere e le questioni che riguardano i figli. La Sorte dei Figli ed il suo signore, a seconda di come si presentano nella rivoluzione solare, esprimono qualcosa sulla procreazione e le questioni concernenti i figli.

[31] Il movimento di direzione primaria rappresenta una rotazione della volta celeste, della sfera locale che, partendo dalla posizione iniziale all’istante della nascita, si muove secondo il moto diurno.

[32] La direzione nel mondo è quando un astro si muove nel suo moto diurno, però, muovendosi nel suo moto diurno resta fermo nel suo grado zodiacale, allora la sua virtù rimane impressa in questo grado zodiacale.

La direzione nello zodiaco è quando un astro rimane fisso nella sua posizione nel mondo e tutti i gradi dello zodiaco salgono a lui. Allora, dire che un astro rimane fisso nella sua posizione nel mondo, ad esempio in decima Casa, è dire che la sua virtù nel mondo permane e non si muove, e tutti i gradi dello zodiaco salgono indicando i cambiamenti e il mutare delle cose.

[33] Il confine o termine è la prima delle due dignità minori e consiste nella divisione di ciascun segno zodiacale in cinque settori di ampiezza variabile, ognuno dei quali viene assegnato ad uno dei cinque pianeti, esclusi i due luminari. I sistemi di divisione dei segni in confini riportati nell’astrologia classica sono tre: un sistema caldeo, uno egizio (a cui ci si riferisce nell’articolo) ed uno tolemaico.

[34] La Sorte delle Attività, significa riguardo la qualità e le caratteristiche delle azioni e delle attività.Si osserva il dominatore della Sorte delle Attività per integrare le informazioni, date dai pianeti dominatori dell’agire, sulle azioni e le attività del soggetto ed i relativi momenti significativi.

[35] Spica, natura Venere/Mercurio,è la brillante della Vergine ed è chiamata “colui che nulla porta”, poiché significa l’uomo che non porta armi. Per Tolomeo è “la stella nella mano sinistra, chiamata Spica”. È presente nell’elenco delle stelle che recano soccorso; se sorge o culmina inclina alla vita religiosa.

[36] Le costellazioni dei Gemelli, in particolare per le stelle Castore e Polluce, e del Sagittario, sono definite “armate e umane”. Castore (natura Mercurio/Marte) e Polluce, (natura Marte), data la natura Marte, concorrono nell’indicare eventi traumatici, un’offesa al corpo, pericolo per la vita. Quando, per il moto di direzione, giungono al Mediocielo e ve ne sono i presupposti per le figure che si precisano tra i luminari, i benefici e i dominatori delle attività, possono segnalare un momento di grandi realizzazioni.

[37] Signore dei Confini o Divisore di un significatore, per un dato periodo di tempo, è il pianeta che domina i confini del grado eclittico in cui giunge la direzione nello zodiaco del significatore stesso. Il divisore assume un dominio sul significatore per tutto il periodo durante il quale la direzione rimane entro i suoi confini, e condivide questo dominio con il suddivisore. Suddivisore di un significatore per un dato periodo di tempo, è il pianeta che ha ricevuto per ultimo la direzione del significatore, nello zodiaco o nel mondo. Il Suddivisore assume un dominio sul significatore e lo mantiene finché quest’ultimo compie una direzione ad un diverso pianeta (spiegazione contenuta nel glossario del sito www.cieloeterra.it).

[38] Un’importanza capitale, nella previsione degli eventi futuri, è accordata alle rivoluzioni degli anni. La procedura consiste nel determinare una figura del cielo al momento in cui il Sole ritorna al medesimo minuto zodiacale in cui si trovava alla nascita. Essa era associata ad una progressione regolare e costante del moto diurno mediante la quale venivano stabiliti i luoghi annui dei significatori (l’alinthye dall‘arabo ‘intiha’, termine o compimento, la teléiosis degli astrologi bizantini, la perfectio degli astrologi medievali, la profectio degli astrologi tardo-medievali e rinascimentali). Ad entrambe si riferisce Tolemeo: alla perfectio, quando parla dei luoghi annui e mensili; alla rivoluzione annua quando parla degli “ingressi”.

Profezione o perfezione di un punto della sfera locale è il suo spostamento, nel senso del moto diurno, attraverso i circoli orari delle 12 case, in modo tale che in 1 anno percorra lo spazio di una casa, e dopo 12 anni ritorni al punto iniziale. Il segno nel quale cade la perfezione prende il nome di “segno di perfezione” e, nel caso che il punto “proferito” sia l’oroscopo (l’ascendente), è detto segno dell’anno (spiegazione contenuta nel glossario del sito cieloeterra.it). Per il calcolo si veda l’articolo di Giuseppe Bezza “La profezione. Come si calcola, come si interpreta.”, pubblicato su Linguaggio Astrale 104, settembre 1996. Si intende dire che può proporsi un giudizio compiuto con le tecniche esposte. Altre osservazioni: esame delle principali sorti caldee, della natura delle stelle fisse, dei cronocratori (signori dei confini o divisori), integrano ed arricchiscono le informazioni complessive, che non costituiscono l’oggetto di questo lavoro e consentono di qualificare meglio periodi della vita favorevoli o “critici” e la natura degli eventi.

[39] Quando la perfezione (o profezione) giunge al segno del Cancro o del Leone, si prende come signore dello spazio di perfezione, rispettivamente, il divisore (o confine) della Luna o del Sole di questo periodo. Nel 1993 la Luna giunge a 13° Vergine, nei confini di Venere secondo gli egizi, pertanto, signore della prima parte della perfezione del Mediocielo è Venere (Cancro); il Sole giunge a 21° Leone, nei confini di Mercurio secondo gli egizi, pertanto, signore della seconda parte della perfezione del Mediocielo è Mercurio (Leone).

[40] Nel 1993 il Sole giunge a 21° Leone, nei confini di Mercurio secondo gli egizi, pertanto, signore della prima e della seconda parte della perfezione del Sole è Mercurio (Leone e Vergine).

[41] Nel 1994 il Sole giunge a 22° Leone, nei confini di Mercurio secondo gli egizi, pertanto, signore della prima e della seconda parte della perfezione del Mediocielo è Mercurio (Leone e Vergine).

[42] Occidentale: (emisfero occidentale) è, dei due emisferi nei quali viene divisa la sfera locale dal meridiano, quello che comprende il punto Ovest; (pianeta occidentale rispetto alla genitura) è il pianeta situato nell’emisfero occidentale; (pianeta occidentale rispetto al Sole). Occidentalità relativa: è così chiamata la condizione del pianeta che, al tramontare del Sole, si trova fuori dai raggi solari entro lo spazio del 2° quadrante (tra mediocielo ed occidente), ovvero non oltre la distanza di 6 ore temporali dal Sole in senso antiorario.

[43] Acronico: è l’astro opposto al Sole, che sorge mentre il Sole tramonta, o viceversa (akronyktos).